NEL 2019 “LA CENTO CHILOMETRI DI SEREGNO” PASSERÀ IL TESTIMONE ALLA “SETTIMANA DELLO SPORT”

NEL 2019 “LA CENTO CHILOMETRI DI SEREGNO” PASSERÀ IL TESTIMONE ALLA “SETTIMANA DELLO SPORT”

"Insieme alla giunta ho preso la decisione di non organizzare per il 2019 la 100 km. Questa scelta nasce da diverse considerazioni. Innanzitutto, una particolare difficoltà legata alla prossima edizione: già nelle prime settimane dal mio insediamento eravamo davanti a una situazione di maggiore criticità nell’organizzazione, per l’assenza di una società sportiva che se ne occupasse, diversamente dagli altri anni. Il soggetto che ha curato la manifestazione in passato non era infatti disponibile. Aggiungendosi alle già esistenti difficoltà dell’ultima edizione legate alla normativa Gabrielli, si rischiava quindi di dover correre moltissimo per un evento con carenze significative dal punto di vista organizzativo. Alla luce di questo ho provato a vedere se si poteva trasformare il problema in opportunità. La 100km è stata di gran lunga l’evento più seguito dal nostro Ufficio Sport in questi anni, andando a coprire la quasi totalità delle sue risorse economiche per eventi e oltre la metà del tempo di lavoro del personale in un anno. Ritengo la 100 km un evento di indubbia eccellenza nazionale, ma in un contesto estremamente verticale e di nicchia, con un coinvolgimento a nostro avviso parziale sia del mondo dello sport seregnese (presente in gran parte, con loro grande disponibilità, solo come “transenna umana” o poco più), sia della nostra cittadinanza. La scelta dell’amministrazione è dunque poco “politica” e molto “manageriale”: davanti a un “prodotto” che coinvolge solo parzialmente la cittadinanza, e che impiega per la realizzazione la quantità di risorse – economiche ed umane – sopra indicate, anche al netto delle difficoltà citate la scelta è stata quella di valutare possibilità alternative. La sfida è dunque quella di provare a rilanciare, impiegando tempo e risorse economiche per il 2019 per un grande contenitore di eventi sportivi, che coinvolga pienamente le nostre società e associazioni sportive, che sono un grande valore per la nostra città, e di conseguenza famiglie, adulti, ragazzi e bambini della nostra città. Ne ho parlato con le società sportive seregnesi, che hanno accolto favorevolmente la proposta. L’idea sulla quale avviamo un tavolo di lavoro con le società riguarda dieci giorni completamente dedicati allo sport, tutti o quasi incentrati alla Porada, tra Centro sportivo e Parco 2 Giugno, che potrebbero indicativamente essere dal 25 maggio al 2 giugno, o dall’1 al 9 giugno, contenendo all’interno altre manifestazioni seregnesi (ad esempio la Straseregno – assolutamente confermata – così come Bicinfesta). Nei dieci giorni di questa sorta di “Seregno Sport Week” (nome del tutto provvisorio) ogni società sportiva potrebbe avere a disposizione spazi per tornei (magari tra gruppi seregnesi o di Comuni vicini), esibizioni o altro, a seconda delle discipline, con una importante area dedicata a ristoro e intrattenimento, per esempio nello spazio occupato dalle giostre o dall’Oktoberfest. Tutto è ancora da definire e costruire. Abbiamo iniziato il lavoro con le società e con l’Ufficio Sport, ma sin da ora ringrazio le società sportive, tutti i nostri dipendenti e il nostro dirigente per la grande disponibilità su questo nuovo progetto. Otto mesi sono pochi e dobbiamo correre. Faremo poi un bilancio di questo esperimento in ottica 2020, con tutte le opzioni aperte, compresa la possibilità di riorganizzare la 100 km. L’obiettivo, però, è canalizzare le risorse per una grande manifestazione che coinvolga al massimo sia le società sportive, sia soprattutto quanto più possibile tutta la cittadinanza seregnese". Alberto Rossi - Sindaco di Seregno